La giuria

LA GIURIA

 

Andreas Pichler

Nasce a Bolzano dove frequenta la Zelig – scuola di documentario. Studia filosofia e cinema prima presso l’Università degli Studi di Bologna, poi presso la Libera Università di Berlino, dove si laurea. Dal 2000 si concentra sul lavoro di regia e scrittura per film documentari. Molti dei suoi lavori sono co-prodotti a livello europeo con partecipazioni delle principali emittenti europee e partecipano a numerosi festival internazionali. Nel 2004 firma la regia di “Call me Babylon”, premiato in Germania con il prestigioso premio “Adolf Grimme”. Il suo “Cammino del guerriero” del 2008 ha vinto vari premi anche a festival italiani. Il suoi pluri-premiati “Teorema Venezia” (2012) e “The Milk System” (2017) sono stati distribuiti nelle sale in Germania, Austria, e in Italia. Dal 2012 lavora anche come produttore di film di finzione con la Echo Film.

Viviana Carlet

Viviana Carlet è ideatrice e direttrice di Lago Film Fest – Festival Internazionale di Cinema Indipendente fondato dal 2005 a Revine Lago, e di Formentera Film Festival dal 2011 in Spagna. Coordina e collabora per diversi progetti: Riserva Artificiale – Biennale d’Arte di Venezia (2003); History Unwired – MIT di Boston e IUAV di Venezia (2004); NISI MASA, network europeo di cinema giovane presente in 32 paesi (è responsabile amministrativa e coordinatrice dal 2012 al 2014). Tra il 2014 e il 2018 lavora come assegnista di ricerca presso il dipartimento di Management di Ca’ Foscari in progetti di sinergia tra Art & Business. Lavora per progetti che nascono da un’attenzione e una metodologia prettamente artistica di arte relazionale e pubblica, ultimo tra tutti e il più importante Piattaforma Lago, network di esperienze e luogo di produzione artistica.   

Martin Rattini

Nato a Bolzano nel 1975 si diploma presso la Scuola di Fotografia di Vienna (1998). Nel 2001 ottiene il diploma come direttore della fotografia nella Scuola Zelig di Bolzano. Nello stesso anno diventa co-fondatore di Helios, un’agenzia di comunicazione audiovisuale e da allora lavora come fotografo, direttore della fotografia e filmmaker, realizzando diversi documentari con un occhio particolare per le tematiche sociali e ambientali. Viene selezionato al RIFF International Film Festival (Islanda, 2009), al Berlinale Talent Campus (Berlino, 2008) e nel percorso formativo di ESODOC (2008). Fin dagli esordi è membro del FAS (Film Association Southtyrol). Nel 2013, insieme con tre partner di lunga data, fonda la casa di produzione “Helios Sustainable Films” che produce e co-produce documentari e lungometraggi per il mercato internazionale.